Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nuovo impianto di riscaldamento per il Bramante

Finanziato il progetto per la sostituzione della caldaia termica del plesso scolastico

istituto bramante fermignanoFERMIGNANO – Nuova caldaia termica al Bramante. “Un altro bel risultato – dice il Sindaco Emanuele Feduzi – che conferma la validità delle politiche messe in campo in questo anno di Amministrazione, che ha puntato in maniera convinta sulla programmazione pluriennale degli interventi di riqualificazione integrale dell’edilizia scolastica comunale”.

Dopo i lavori appena conclusi, di riqualificazione della Scuola dell’Infanzia, ed i lavori di riqualificazione e di efficientamento energetico dell’Asilo Nido Comunale, il comune ha deciso di intervenire sulla vecchia caldaia della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Il comune ha così promosso investimenti nelle proprie scuole per circa 330mila euro. Lavori che permetteranno notevoli risparmi energetici ed ambientali che vanno ad aggiungersi agli importanti lavori di riqualificazione energetica del Palazzetto dello sport.

“Dobbiamo pensare – dice il Sindaco- che l’intero complesso scolastico (scuole medie ed elementari) attualmente è riscaldato da un’unica centrale termica risalente all’anno 1981, costituita da due caldaie precedentemente funzionanti a gasolio, poi trasformate a metano semplicemente sostituendo il bruciatore. Le caldaie esistenti hanno una potenza termica pari a 610 kW valore di gran lunga inferiore rispetto la potenza necessaria per riscaldare l’intero complesso, mentre quella che istalleremo avrà una potenza massima di 770kW compensando notevolmente i valori necessari per riscaldare in maniera corretta tutto il plesso”.

Nuove saranno anche le pompe di circolazione che avranno un consumo di corrente nettamente inferiore a quelle attualmente in uso.

“La nuova caldaia a condensazione sarà capace di modulare la sua potenza erogata da un minimo di 22 kW (come una normale caldaia di casa) ad un massimo di 770 kW. – dice il Sindaco – ed è stata pensata in maniera tale che funzioni anche se parte di essa subisce delle avarie”.

“Quest’anno – dice il Presidente del Consiglio Ubaldo Ragnoni – abbiamo deciso di investire molte risorse del nostro bilancio nelle nostre scuole migliorandone la sicurezza e l’efficientamento energetico. Questi ulteriori 110.000€ ci permetteranno di migliorare la nostra scuola principale, rendendola una scuola più rispettosa dell’ambiente e più confortevole per i nostri alunni.”

altri articoli