Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nel cimitero di Cartoceto colonie di piccioni imbrattano i loculi

La lettera di un cittadino a comune ed Asur per chiedere di intervenire nel cimitero della Pieve di Cartoceto per una questione di decoro e di igiene.

pieve piccioni 1CARTOCETO – Un problema che ciclicamente si presenta nel cimitero comunale della Pieve. Si tratta della presenza di più colonie di piccioni che avrebbero preso nuovamente dimora fra i loculi alti del padiglione est del cimitero centrale.

Un cittadino ha preso carta e penna ed ha inviato una comunicazione sia all’amministrazione che alle autorità sanitarie. In realtà non si tratta della prima volta che lo stesso sollecita una soluzione.

pieve mappa
L’area del cimitero interessata dalla colonia di piccioni

La scelta del luogo da parte dei piccioni, con ogni probabilità, dipenderebbe dal fatto che la numerosa  popolazione di volatili preferirebbe quegli spazi in quanto coperti e rivolti a sud, non esposti quindi ai venti e alle intemperie. Gli uccelli, inoltre, troverebbero facile “appoggio” sulle soglie dei loculi nelle ultime file in alto.

pieve piccioni 2Una situazione che nella lettera viene definita “disgustosa e indegna di un luogo di tutto rispetto quale è un cimitero con voli inappropriati di volatili lungo le corsie antistanti i loculi e piccioni che  covano nei loculi delle nelle ultime file posti in alto, insudiciando con i loro escrementi gli spazi cimiteriali, mettendo così a rischio l’igiene nonché il decoro del sito”.

Ogni giorno si assiste al deposito di escrementi sui loculi e sulla pavimentazione, situazione indecorosa e anche dal punto di vista igienico. Piccioni che svolazzano sopra la testa del visitatore che deve districarsi in un pavimento ricoperto in alcuni punti dai loro escrementi.

pieve piccioni 3Mosso dal senso civico il cittadino ha provveduto anche a rimuovere, ripulire e disinfettare in autonomia l’area e che, alla successiva visita, si presentava nuovamente sporca di guano. Questo a confermare che non si tratterebbe quindi di una presenza episodica che non può essere trascurata.

pieve piccioni 4
Rimozione e pulizia della pavimentazione svolta dal cittadino

“La presenza delle deiezioni – aggiunge il cittadino – oltre alla compromissione del patrimonio   edilizio e monumentale, costituisce un potenziale veicolo di trasmissionedi  malattie che sarebbe  più che opportuno prevenire.

La contaminazione ambientale, la polverizzazione e la dispersione del guano, nonché la presenza di nidi negli edifici, possono essere occasione di diffusione e di contagio di malattie infettive per l’uomo (tra cui la salmonellosi, l’ornitosi, la borrelliosi, toxoplasmosi, encefalite, tubercolosi) che rappresentano gravi rischi di salute pubblica, un notevole danno ai processi di vita sociale”.

pieve piccioni 5Nella lettera al comune il cittadino fa riferimento al Decreto Legislativo 106/2009 che tutela la salute, la sicurezza e l’igiene nei luoghi di lavoro di vita sociale in generale.

L’invito è ad attivarsi con urgenza per “allontanare e/o limitare le condizioni che favoriscono l’insediamento e la proliferazione in loco di volatili, fatto decisamente incompatibile con il decoro e l’igiene che deve essere assicurata all’interno della struttura, per il sacro rispetto del luogo ed anche a tutela della salute degli operatori e dei visitatori”.

La lettera si conclude con un’ampia documentazione fotografica a supporto di quanto scritto.

altri articoli