Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

“Mi congedo da Sindaco ma non da Hügelsheim”

Il saluto di Reiner Dehmelt che per 24 anni ha guidato come sindaco il comune tedesco gemellato con Cartoceto.

reiner dehmelt saluto
Reiner Dehmelt con la moglie Ingrid durante la cerimonia di congedo (toto Badishes Tagblatt Frank Vetter)

HUEGELSHEIM (GERMANIA) / CARTOCETO – Una standing ovation ed un lungo applauso, così il consiglio comunale di Hügelsheim ha salutato Reiner Dehmelt che per 24 anni è stato sindaco della cittadina tedesca gemellata con Cartoceto.

Non è stato possibile organizzare nessuna cerimonia ufficiale a causa della pandemia, un evento  sarà forse organizzato il prossimo 23 luglio.

SI è però trattato di un riconoscimento ufficiale per il suo lavoro di amministrazione vissuto con grande passione e dedizione. Per l’occasione anche l’associazione musicale era collegata online e sono arrivati i saluti anche da Cartoceto.

Un plauso all’operato di Dehmelt è arrivato anche dal rappresentante della provincia di Rastatt che ha ricordato come l’inizio del suo mandato fosse coinciso con un momento particolare della vita del paese e cioè con la partenza delle forze canadesi che lì avevano un presidio militare.

Nei suoi 24 anni di mandato Hügelsheim è passato da 4.400 a 5.200 abitanti. Anche i cartocetani che lo hanno conosciuto nei numerosi viaggi in occasione degli scambi del gemellaggio, hanno sempre riconosciuto in lui una persona estremamente corretta. In patria ha dimostrato grande equilibrio nella gestione del comune.

Queste sono le parole che ha scritto ai suoi cittadini per ringraziarli e per congedarsi da Sindaco:

“Mi sarebbe piaciuto dire Grazie “DANKE” e  Arrivederci “AUF WIEDERSEHEN” di persona ed ufficialmente a tutti coloro che mi hanno accompagnato durante il lungo periodo da sindaco ma purtroppo l’attuale situazione dovuta al Coronavirus non me lo ha permesso.

Il 12 maggio è stato il mio ultimo giorno da sindaco, carica che ho sempre visto e sentito non solo come un lavoro, ma soprattutto come una vocazione.

In tutti questi anni mi è sempre stato a cuore realizzare progetti e adottare misure per modernizzare Hügelsheim e prepararla al meglio alle sfide del futuro.

Per questo ringrazio i miei collaboratori ed i Consiglieri comunali per il grande sostegno ricevuto anche in situazioni difficili come, per esempio, la più recente legata al Covid.

Ammetto che, dopo così tanti anni, non è facile smettere di rappresentare gli interessi del Comune e dei miei cittadini che hanno riposto fiducia in me per la prima volta nel 1997 e me l’hanno rinnovata nel 2005 e nel 2013.

Ringrazio tutti i cittadini per questa fiducia che mi ha sempre spinto ad agire per il bene comune. Per me si conclude un meraviglioso periodo caratterizzato da un grande calore umano, da un forte senso di unione e da una profonda stima.

Ringrazio poi i Consiglieri comunali, i dipendenti del Comune, gli asili e la scuola con i loro insegnanti, le varie associazioni, i vigili del fuoco, la Croce Rossa, i dottori, dentisti e farmacisti, le ditte, gli artigiani, i liberi professionisti, i ristoratori, il centro anziani, i parroci, ecc.

Ringrazio in modo particolare la mia famiglia, le mie figlie e soprattutto mia moglie Ingrid che mi ha sempre supportato ed accompagnato in tutti questi anni da sindaco. In futuro mi dedicherò alla mia famiglia e ai miei nipotini, cosa che mi riempie di gioia.

Auguro a tutti di poter ritornare presto alla normalità e spero che i cittadini di Hügelsheim continuino ad impegnarsi per il bene comune.

Porgo ancora una volta i miei migliori auguri alla nuova sindaca, la signora Cee, ed esorto i cittadini a riporre fiducia in lei come hanno fatto con me in questi 24 anni.

Hügelsheim è stato il mio lavoro, la mia vita – Hügelsheim fa parte della mia vita! Dico semplicemente e modestamente “DANKE” (grazie)!

Mi congedo dalla mia carica da sindaco, dalla politica comunale, ma non da Hügelsheim!”

altri articoli