Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Mascarin su Bellocchi: si a confronto e critiche, no agli insulti

mascarin su critiche bellocchiFANO – “Sono sempre disponibile al confronto e a rispondere ad ogni critica che mi viene rivolta, ma non accetto gli insulti. Chi mi rivolge attacchi personali, che reputo violenti e volgari, abbia almeno la correttezza e la dignità di firmarsi con nome e cognome, invece di nascondersi dietro la sigla generica di un comitato”.
Queste le parole dell’assessore all’ambiente Samuele Mascarin che non condivide i toni e i contenuti delle critiche che gli vengono rivolte dal Comitato Tutela Salute e Ambiente di Bellocchi per la questione inquinamento della zona industriale.

“Sono sorpreso – afferma Mascarin – per l’attacco che mi rivolge il Comitato di Bellocchi, sia per i toni usati che per i contenuti. Sia in sede di II Commissione Ambiente (1 giugno) sia di Consiglio comunale (29 giugno) ho espresso e ribadito la disponibilità dell’Amministrazione comunale a mettere a disposizione del Comitato, con un confronto bilaterale diretto e trasparente, tutte le risultanze periodiche del lavoro sviluppato dal tavolo tecnico, limitandomi semplicemente a constatare che per la natura altamente tecnico-scientifica che lo connota e per la terzietà che lo deve contraddistinguere è inopportuno ricomprendere all’interno del tavolo tecnico figure riferibili a interessi organizzati. E’ un’impostazione che mi pare corretta e di garanzia per tutti, senza sacrificare né la partecipazione né la trasparenza”.

“Peraltro – continua l’assessore – nelle medesime sedi ho dichiarato di condividere e accogliere tutte le principali richieste avanzate dal Comitato: dall’esecuzione di indagini e rilievi ai fini della ricognizione e catalogazione delle emissioni della zona industriale di Bellocchi all’avvio, sulla base delle risultanze dello studio conoscitivo, di un’indagine epidemiologica. Non solo: ho anche anticipato che l’Ufficio Ambiente, qualora ne ricorressero i presupposti, procederà a proporre alle autorità competenti una proposta di risanamento ambientale. E per avviare in tempi rapidi questo percorso il Comune di Fano, con proprie risorse, sta procedendo in questi giorni alla definizione di una convenzione con l’Università di Urbino”.

“Non capisco quindi – conclude Mascarin – il reale senso di questo ennesimo attacco, che peraltro scade in immotivati attacchi politici circa il profilo della mia persona e del mio impegno che nulla hanno a che fare con la salute pubblica. Mi auguro, nell’interesse comune per lo sviluppo di uno studio complessivo sull’intera area industriale utile a indirizzare le scelte amministrative non solo del presente ma soprattutto del futuro, che si possa tornare a un confronto – da me di certo mai negato – più civile e rispettoso”.

altri articoli