Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Malore in mare, corsa contro il tempo per salvare una signora

Tempestivo intervento da parte della Guardia Costiera e l'Associazione Nemo Salvataggio

malore in mare guardia costiera salva signoraPESARO – E’ stata proprio una corsa contro il tempo quella per soccorrere una donna romagnola di 79 anni colpita da improvviso malore in un tratto di mare ben fuori le scogliere antistanti il Monte San Bartolo, quasi all’altezza di Fiorenzuola di Focara.

Alle ore 12 di Venerdì 18 agosto è arrivata la segnalazione alla Guardia Costiera di Pesaro dei diportisti con cui si trovava la donna e subito è scattata l’emergenza con l’invio immediato sul posto della moto d’acqua della Associazione “Nemo Salvataggio” in servizio su vicino litorale, e due mezzi della Guardia Costiera con a bordo il personale specializzato del Servizio 118 già impegnati in innumerevoli uscite quotidiane sugli specchi d’acqua interni alle barriere frangiflutti della zona costiera anche per le verifiche delle vigenti ordinanze di interdizione, specialmente a seguito del noto incendio e del conseguente rischio idrogeologico interessante le falesie del Monte San Bartolo.

La donna è stata raggiunta dai mezzi e ha ricevuto le cure mediche prima di essere trasportata in emergenza all’ospedale. Le sue condizioni infatti avevano inizialmente lasciato con il fiato sospeso per via della immediata e temporanea perdita di coscienza. Grazie alle tempestive operazioni di salvataggio, i medici ospedalieri non hanno denotato particolari rischi per la vita, ma piuttosto la necessità di un mantenimento precauzionale in osservazione.

La sicurezza in mare non è mai troppa, alcuni consigli

La Guardia Costiera di Pesaro raccomanda ancora una volta gli aspetti più importanti per la sicurezza in mare, tra cui:

  • Sempre massima prudenza nell’approcciarsi all’uso del mare e della costa, “non è mai troppa!”, evitare di balneare dopo lunga esposizione al sole, ovvero non rimanere a lungo sotto il sole, ossia non pretendere troppo dal fisco in dispendiose lunghe nuotate, specie per soggetti a rischio per età o se affetti da patologie.
  • Per informazioni su situazioni di sicurezza particolari locali, quali ad esempio l’interdizione del tratto di mare tra la spiaggia di Fiorenzuola di Focara e la proiezione a mare del ristorante “Falco” di Vallugola esteso per un fronte di circa 3 chilometri e mezzo ed un’ampiezza verso il largo di 100 metri,  consultare il sito www.guardiacostiera.it nella parte riservata ai Comandi Territoriali ricercando Capitaneria di Porto di Pesaro – Ordinanza n.39/2017, ovvero chiamare la stessa Guardia Costiera pesarese ai numeri di telefono 0721/1778380 – 1778306.
    A riguardo si rammenta che i divieti sono imposti precauzionalmente per ragioni di sicurezza e che la violazione dell’Ordinanza e delle applicabili già esistenti regolamentazioni, può anche comportare il ricevere un verbale di accertamento di sanzioni amministrative da un minimo di 207 a 1.033 euro, già peraltro contestati in più occasioni proprio dagli uomini della Guardia Costiera nel corso dei periodici passaggi in zona, il tutto fatto salvo che il fatto non costituisca reato.

In caso di emergenza in mare, chiamare il Numero Blu della  Guardia Costiera 1530

altri articoli