Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

La Riserva del Furlo “accessibile” e la Joelette piacciono al ministro dell’Ambiente

Il ministro Galletti: “Presentatemi un progetto per sviluppare questi temi e lo finanzieremo”

riserva furlo ministro gallettiFURLO – La strategia della Riserva naturale statale “Gola del Furlo”, tesa al potenziamento dell’accessibilità e fruibilità per tutti, anche attraverso la Joelette (speciale carrozzina da fuori-strada che permette a persone con disabilità di partecipare ad ‘itinerari condivisi’), ha conquistato il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti, che al termine della sua visita ha chiesto al presidente della Provincia Daniele Tagliolini, al direttore della Riserva Maurizio Bartoli e al responsabile Mario Primavera di presentargli quanto prima un progetto per sviluppare queste tematiche.

Il ministro, dopo aver presenziato alla Fiera del Tartufo di Acqualagna, ha visitato il Centro della Riserva Statale e ha affermato: “Vi assicuro un contributo economico per farlo diventare un progetto pilota da proporre a tutti i parchi e le Riserve d’Italia”, ha detto. Nella sede della Riserva del Furlo Galletti è arrivato dopo la visita alla 52esima Fiera nazionale del tartufo di Acqualagna, accompagnato dal primo cittadino di Acqualagna Andrea Pierotti, dall’assessore regionale Loretta Bravi, dal consigliere regionale Gino Traversini e dal presidente del Gal Montefeltro Sviluppo Bruno Capanna.

“Lo staff della Riserva – spiega Daniele Tagliolini – è già al lavoro per consegnare in una quindicina di giorni la sua proposta al ministro, che partirà proprio dall’essere questo luogo ‘Una Riserva alla portata di tutti’, fondata prioritariamente sui principi del turismo accessibile e sostenibile e dell’inclusione sociale”

“Il ministro – sottolinea Maurizio Bartoli – ha apprezzato molto l’idea di dare un senso, anche sociale, alle aree protette. Se da un lato parchi e riserve naturali sono uno strumento per tutelare e valorizzare ambienti con una vasta concentrazione di eccellenze, dall’altro è necessario fare un salto di qualità, pensare a queste aree come luoghi in cui alla tutela si aggiunge una fruizione per tutti”.

All’incontro erano presenti anche Augusto Berardi (presidente di Anfas Fossombrone), Giancarlo Balducci (presidente Anmic Pesaro), Eleonora Goio (impegnata sulle politiche dell’accessibilità e pari opportunità per tutti) ed alcuni genitori di bambini con disabilità che hanno raccontato al ministro i benefici dell’esperienza con la  Joelette.

(g.r.)

altri articoli