Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

Fuori Centro, a Mondavio la proiezione del film e la premiazione dei protagonisti

fuori_centro_mondavioMONDAVIO – Dopo il successo nelle sale di tutte le Marche e i quattro premi vinti a fine luglio al concorso internazionale “San Benedetto Film Fest”, la pellicola “Fuori Centro”, che ha come protagonisti i ragazzi e adulti diversamente abili della struttura socio educativa “L’Aquilone” di Mondavio, verrà proiettata giovedì 5 settembre alle ore 21 in Piazza Della Rovere, a fianco della Rocca.

La visione, gratuita, è aperta a tutti e tra gli spettatori ci saranno anche il governatore Luca Ceriscioli e il consigliere regionale Federico Talè, che consegneranno un premio da parte della Regione Marche agli utenti-attori de “L’Aqulione”, perché il loro lavoro cinematografico ha davvero conquistato un successo di pubblico e di critica straordinari e i riconoscimenti ottenuti al recente “San Benedetto Film Fest” sono l’ulteriore prova di un autentico capolavoro.

Al concorso nella riviera delle palme, in una competizione con altri 130 prodotti audiovisivi provenienti da ogni parte del mondo, “Fuori Centro” ha portato a casa, infatti, il titolo come miglior lungometraggio (attribuito dalla giuria tecnica); quello di miglior attore non protagonista con Moris Sabbatini; di miglior attrice non protagonista con Daniela Toderi; e di miglior lungometraggio secondo la giuria popolare. Diretti dal regista Sandro Fabiani e coordinati da Tamara Micci, hanno fatto parte del cast Enrico Alegi, Luigi Bacchiocchi, Palma Diotalevi, Chiara Fagotti, David Guidi, Fabiola Morazzini, Marco Pallara, Lucia Pelinga, Francesca Ricci, Serena Spinaci, Moris Sabbatini, Camilla Tinti, Daniela Toderi, Barbara Urbinati, Riccardo Marcantognini e Giulia Parcesepe. “Attori fantastici – evidenzia il consigliere Talè -; esprimo sincera gratitudine allo staff della Casa della Gioventù che gestisce il centro L’Aquilone. Con questo film hanno fatto realizzare un sogno ai ragazzi e ciò è bellissimo. In tema di disabilità non è sufficiente abbattere le barriere architettoniche”.

altri articoli