Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Festa della befana, festa dei popoli

Alla parrocchia Santa Famiglia di Fano 2 sabato 6 gennaio

festa dei popoli fanoFANO – Una festa dei popoli nel giorno della Festa della Befana. Nel giorno dell’Epifania, sabato 6 gennaio, la parrocchia della Santa Famiglia a Fano 2 tornerà ad animarsi di colori, suoni e canti di ogni parte del mondo per la Festa dei popoli organizzata dall’Ufficio diocesano Migrantes.

Alle ore 11 verrà celebrata la S. Messa ed il battesimo di Temitope e Promise ospiti con le famiglie in una struttura di accoglienza per richiedenti asilo del territorio fanese. Seguirà un momento di festa con canti e balli e con la condivisione fraterna di cibi caratteristici.

«Tutte le comunità etniche sono invitate a questo evento – afferma il parroco don Vincenzo Solazzi – assieme ai richiedenti asilo presenti nelle varie strutture di accoglienza, ai fanesi, ai credenti e non credenti, ai fratelli di altre confessioni religiose, e a tutti gli amici che hanno a cuore la pacifica convivenza. In un momento tanto difficile vorremmo che questo incontro possa diventare la risposta alle tante chiusure, ai tanti ‘no’, all’intolleranza e all’indifferenza, nella speranza di trasmettere il volto di una Chiesa sempre più aperta e pronta al dialogo, dove si incontrano culture diverse, ‘credo’ diversi, che non dividono bensì arricchiscono tutti, permettendo di conoscersi e di vincere i pregiudizi, accorciando le distanze, e contribuendo così alla pace e alla fratellanza.

Sarà una preziosa giornata di festa – continua don Vincenzo – dove le comunità etniche che vivono nella nostra diocesi si ritroveranno assieme anche rispondere all’invito di Papa Francesco che afferma: «La nostra comune risposta si potrebbe articolare attorno a quattro verbi fondati sui principi della dottrina della Chiesa: accogliere, proteggere, promuovere e integrare. Impegnamoci tutti tenendo conto che ‘…per ottenere i risultati sperati è indispensabile il contributo della comunità politica e della società civile, ciascuno secondo le responsabilità proprie’».

altri articoli