Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Coronavirus, Tinti: “Fano ha sempre dimostrato di essere una comunità solidale”

Chiusi i centri educativi ed i centri sociali, attivate modalità di assistenza alle persone più fragili

dimitri tinti
L’assessore al Welfare del comune di Fano Dimitri Tinti

FANO – Da ieri fino al 3 aprile il comune ha deciso la chiusura dei vari centri presenti sul territorio comunale.

Il provvedimento riguarda il Centro Socio Educativo Riabilitativo Diurno di San Lazzaro, il Centro di aggregazione “Gas Gas” al Poderino. Stessa decisione è stata presa per tutti i centri dell’Ambito Sociale gestiti da enti privati.

Sono inoltre stata sospese anche tutte le attività dei centri ricreativi e dei club anziani in spazi di proprietà comunale.

Sono sospesi anche i servizi di assistenza domiciliare nei confronti di anziani, di nuclei famigliari con minori e con persone diversamente abili ed adulti nonché i servizi di assistenza educativa domiciliare in favore di minori e disabili. Vengono però salvaguardate le situazioni di particolare criticità per le quali saranno fatte delle valutazioni caso per caso.

“Si tratta – ha affermato l’Assessore Dimitri Tinti – di decisioni estremamente difficili prese anche con il cuore in mano che richiedono un forte senso di responsabilità ma indispensabili per la salvaguardia della salute delle persone più deboli ed esposte al rischio di contagio, priorità assoluta in questa particolare situazione di emergenza.

In questa fase – continua Tinti – è necessario adottare tutte le possibili precauzioni ed attenzioni nei loro confronti anche considerato che l’utilizzo dei dispositivi di protezione (mascherina, guanti ecc.) ed il rispetto della distanza necessari per la salvaguardia degli operatori, determinerebbero comunque lo snaturamento della relazione sociale operatore/utente”.

Gli uffici dei Servizi Sociali a Sant’Orso garantiranno comunque i servizi al pubblico, previo appuntamento, per evitare l’affollamento di persone all’atto dell’accesso.

E’ potenziato mediante la disponibilità di una figura professionale, il servizio di assistenza telefonica per persone fragili in isolamento domiciliare e per gli anziani che rimangono a casa e non dispongono di una rete parentale ed amicale di sostegno, per garantire l’acquisto di generi alimentari e dei farmaci, con la collaborazione della Protezione Civile con un accurato riscontro sull’identificazione degli operatori al fine di contrastare eventuali raggiri.

Sarà sufficiente telefonare ai numeri 0721-887483 e 0721-887485 da lunedì a domenica, dalle 8.00 alle 20.00 ed un operatore fornirà tutte le necessarie indicazioni per lo svolgimento del servizio.

“Fano – continua Tinti – ha dimostrato più volte di essere una comunità solidale ed è in momenti come quelli che stiamo vivendo che, oltre ad un forte senso di responsabilità, c’è bisogno di tanta generosità nei confronti delle persone più vulnerabili.

Quindi la raccomandazione a tutti è di muoversi solo se strettamente necessario per esigenze di lavoro o per motivi di salute, limitando così i possibili contagi.

Un ringraziamento di cuore – conlude Tinti – a tutti coloro che in questi giorni, con grande sacrificio, sono impegnati a far fronte a questa emergenza che sta sconvolgendo le nostre abitudini e le nostre relazioni quotidiane”.

altri articoli