Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Colli al Metauro si racconta su YouTube

Un progetto di video-racconto turistico in tre puntate per combattere l’isolamento da Covid.

colli al metauro video
Valentina Pierucci e il vicesindaco Andrea Giuliani

LI AL METAURO – Sembra un controsenso parlare di turismo e territorio in questo inizio di primavera caratterizzato da mille restrizioni al movimento delle persone e al colore rosso delle zone COVID piuttosto che dalle mille tonalità che sa offrire la natura circostante ma l’Amministrazione comunale di Colli al Metauro non si è lasciata scoraggiare dalla situazione contingente e ha trovato ancora una volta il modo di far conoscere le proprie bellezze.

Stavolta lo ha fatto coinvolgendo una delle sue migliori risorse, la travel-blogger e social-media manager Valentina Pierucci di Calcinelli con un progetto dal titolo “UN TERRITORIO DA RACCONTARE” un viaggio in tre puntate di approfondimento alla scoperta di tre luoghi – simbolo del Comune.

In questo periodo di restrizioni, e con l’obbligo di restare il più possibile a casa – ci dice Valentina – ho pensato come blogger che i contenuti video siano molto adatti a veicolare – direttamente nelle case degli utenti  – alcune delle bellezze di quello che sento il “mio” territorio per far sì che gli utenti che mi seguono attraverso il blog e i canali social, possano essere spettatori del bellissimo film che ci regalano ogni giorno l’arte e la storia di cui siamo – più o meno consapevolmente – circondati”.

Immersi in verdeggianti colline che digradano dolcemente verso il mare Adriatico – continua Valentina – i tre borghi di Montemaggiore al Metauro, Saltara e Serrungarina, oggi parti del Comune di Colli al Metauro, regalano racconti di storie avvincenti e a volte dolorose, racconti di guerra, ma anche tracce di passaggi di importanti figure spirituali. Tanto, tantissimo ci sarebbe da raccontare e questa è una mia personale selezione di luoghi che mi emozionano e che, spero, potranno toccare anche i vostri cuori”

Realizzate con le belle riprese e l’ottimo montaggio di Marco Bargnesi, le tre puntate saranno postate in anteprima per tre lunedì di seguito, sempre alle 20,30 dal 22 marzo al 5 aprile sul canale You tube del Comune di Colli al Metauro con link diretto dalla pagina Facebook  ufficiale dell’Ente, oltre ovviamente che sul blog di Valentina Pierucci (www.unamarchigianainviaggio.it ) e poi resteranno a disposizione degli utenti per la libera visualizzazione nei tempi e modi che a ciascuno rimangono più comodi.

Ecco il programma:

1 – Museo Winston Churchill di Montemaggiore al Metauro (da lunedì 22 marzo)
Marta Marchetti che ha fattivamente dato vita al museo e che ne è oggi Direttrice Tecnica, racconterà come è nato questo spazio di memoria.

2- Convento di San Francesco in Rovereto (da lunedì 29 marzo)
Lo storico dell’arte, Nino Finauri, ci farà esplorare uno dei luoghi-simbolo del passaggio di San Francesco nel nostro territorio.

3 – Chiesa del Gonfalone a Saltara (da lunedì 5 aprile)
Entreremo virtualmente all’interno della ex Chiesa del Gonfalone scoprendo la misteriosa storia dell’affresco e del suo ritrovamento. Irene Cecchi, restauratrice e curatrice del libro “Arte, storia e archeologia per il territorio di Saltara” racconterà le bellezze artistiche della ex chiesa e la sua storia.

Molto soddisfatto il vicesindaco nonché Assessore alla Cultura di Colli al Metauro Andrea Giuliani: “E’ innegabile come oggi sia estremamente importante saper utilizzare al meglio le possibilità che ci concedono le nuove tecnologie ma ancor di più coinvolgere coloro che – grazie ad esse – si sono ritagliate dei veri e propri spazi ,virtuali sì, ma fatti di persone, di follower come si chiamano in gergo tecnologico.

In questo progetto, con Valentina abbiamo trovato subito una grande intesa, facilitata anche da recenti collaborazioni tra le quali la bella iniziativa del Trekking Urbano del 31 ottobre scorso.

Valentina condivide con noi certo l’amore e la passione per questo territorio ma soprattutto, e in senso più ampio, una sana voglia di bellezza, quella capacità di stupore e ammirazione che stiamo difendendo con forza, nonostante tutte le difficoltà del periodo che stiamo vivendo possano, a volte, farla venir meno.

Occorre solo cambiare lo sguardo con cui guardiamo ciò che ci sta attorno, spesso anche molto, molto vicino – continua il Vicesindaco –  se è vero che oggi non possiamo ancora farlo dal vivo, intanto offriremo a tanti – comodamente seduti nel divano di casa, davanti a cellulare, pc o tablet – la possibilità di far entrare nelle case la ricchezza di questo territorio comunale attraverso le voci di storici dell’arte, direttori tecnici e studiosi che lo amano in primis”.

altri articoli