Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Bimba morta prima di nascere, Romina Pergolesi (M5S Marche) esige chiarimenti dalla regione

La consigliera pentastellata presenta un'interrogazione per conoscere quali azioni sono state intraprese dalla giunta Ceriscioli per fare chiarezza sulla grave tragedia avvenuta al Salesi

romina_pergolesi_cinque_stelleANCONA – Muore prima di nascere, dramma all’ospedale Salesi. È quanto accaduto qualche giorno fa nel nosocomio pediatrico del capoluogo.

Per far luce, la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Romina Pergolesi porta la vicenda sul tavolo dell’Assemblea Legislativa delle Marche.

A tale proposito, l’esponente pentastellata ha presentato un’interrogazione a cui il presidente Luca Ceriscioli, in veste di assessore alla sanità, dovrà rispondere martedì 11 febbraio in aula.

«La mattina di sabato 25 gennaio la donna, alla sua prima gravidanza senza particolari problemi (le era stato diagnosticato il diabete gestazionale, già passato), si è rivolta spontaneamente al Salesi perché aveva le prime doglie.

Il parto, essendo al nono mese di gravidanza, era programmato per domenica 26 gennaio, visto che il termine era ormai scaduto.

Questo è quanto si apprende dagli articoli di stampa – riferisce Pergolesi -. I medici, dopo un monitoraggio e stando sempre alle notizie pubblicate, avrebbero dimesso la giovane intorno alle 13, invitandola a tornare il giorno successivo, ma poche ore dopo, colta da dolori ancor più forti, si è nuovamente recata all’ospedale pediatrico.

Dopo i nuovi esami, pur non riscontrando criticità, i medici hanno deciso di anticipare di qualche ora il ricovero e la donna ha trascorso la notte al Salesi lamentando continuamente forti dolori.

Il giorno seguente, domenica 26 gennaio, dopo un monitoraggio effettuato in mattinata, gli specialisti hanno ritenuto che non fosse ancora arrivato il momento del parto, ma la sera, attorno alle 21,45, la situazione è precipitata: il feto non aveva più il battito regolare, così è scattata la corsa in sala operatoria, dove la donna è stata sottoposta ad un parto cesareo d’urgenza.

Quando la bambina è venuta alla luce, era ormai senza vita».

A detta della consigliera regionale, «le istituzioni dovrebbero dare un forte segnale di vicinanza ai genitori ed ai familiari per la grave perdita subita».

Pertanto, chiede alla giunta Ceriscioli «quali azioni ha intrapreso per fare chiarezza sulla grave tragedia avvenuta al Salesi».

altri articoli