Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

A Sant’Angelo in vado torna la Mostra del Tartufo bianco pregiato

Quatto weekend di ottobre dedicato al Re Tartufo nella Valle del Metauro. Si parte domenica 9 ottobre

Presentazione Mostra Tartufo
Presentazione Mostra Tartufo: Andrea Angelini, Vittoria Podrini e Francesco Martinelli dell’Associazione Happennino con Massimo Guerra (vicesindaco Sant’Angelo in Vado) e Stefano Parri (sindaco Sant’Angelo in Vado)

SANT’ANGELO IN VADO – Riportare il Tartufo al centro della città: è questa l’idea alla base della 58^ edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado. Si parte sabato 9 ottobre per 4 weekend consecutivi, fino al 31 ottobre.

Quest’anno la manifestazione vadese vuole rinnovarsi e ripartire dalla riscoperta del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche e dalla narrazione di un borgo attraverso il suo prodotto d’eccellenza.

Rinascere dalla Terra per mostrare un territorio custode di una grande ricchezza sotterranea e di una storia antichissima. Una terra caratterizzata da un patrimonio fatto di tradizioni, esperienze e cultura, che deve le sue fortune proprio al sottosuolo dal quale, assieme al Tartufo Bianco Pregiato, è affiorata anche la Domus del Mito.

Per omaggiare il re della tavola la cittadina metaurense ha preparato un programma di eventi e iniziative che rimarcano il grande rapporto tra Sant’Angelo in Vado e il Tartufo Bianco Pregiato: incontri, degustazioni, ristoranti, stand, food truck gastronomici, convegni, performance, show cooking e ospiti d’eccezione.

Carlo Cracco, Tomaso Trussardi, Paolo Simoncelli, Don Pasta e molti altri ancora da annunciare, nomi di eccellenza che saliranno sul palco per raccontare etestimoniare quei valori a cui questa edizione della Mostra intende dare visibilità e una nuova narrazione: il bisogno di riconnettersi con la terra, la definizione di un nuovo concetto di lusso che tiene insieme prodotto ed esperienze, la forza della tradizione e la capacità di saper continuamente innovare, creare, ricostruire, rinascere.

L’evento sarà accompagnato da mostre d’arte, visite ai palazzi, ai musei e alle chiese storiche della città. Per tutta la durata della manifestazione Piazza Pio XII ospiterà Arte al Cubo, evento a cura della Proloco Tifernum Metaurense che racchiuderà in una delle piazze più belle della città arte, cultura e spettacoli. Piazza delle Erbe si trasformerà invece in un food district con proposte di cibo di strada e food truck al profumo di tartufo.

Saranno poi attivi ristorantini, stuzzicherie, enoteche e ristoranti dove gustare il pregiato Tartufo cucinato dalle massaie vadesi secondo le ricette della tradizione: crostini di cacciagione arricchiti con il prezioso tubero e tagliatelle impreziosite con Tartufo Bianco non possono mancare nel menù.

Il primo weekend (9/10 OTTOBRE) parte sabato con l’inaugurazione dell’evento in piazza Umberto I con il rituale taglio del nastro alla presenza delle autorità che lancerà la kermesse e che sarà accompagnato da un evento musicale a sorpresa.

Domenica mattina il XIX Raduno di auto d’epoca “Le strade del Tartufo” aprirà la giornata, mentre alle ore 11 l’appuntamento sarà con lo chef Carlo Cracco, primo premiato con il Tartufo d’oro, un nome che rappresenta il valore stesso dell’Eccellenza. Alle ore 16 alla Domus del Mito spazio alla degustazione di vini locali con la presentazione del libro “Culture di Vigna – Viaggio nei sensi sulle orme di Mario Soldati”.

Il secondo weekend (16/17 OTTOBRE) sarà quello dedicato ai motori con il 43^ Motoraduno Internazionale del Tartufo organizzato dal Motoclub Tonino Benelli. Un appuntamento di rilievo che richiama in riva al Metauro centauri da tutta Europa.

Il sabato alle 18 sul palco principale sarà Don Pasta, chef e dj, a proporre uno show cooking a ritmo di musica. La domenica avrà ancora il tema dei motori e questa volta toccherà a Paolo Simoncelli e alla sua fondazione ricevere il Tartufo d’oro assieme a Giovanni Copioli, presidente della Federazione Motociclistica Italiana.

Nel terzo weekend (23/24 OTTOBRE) la tradizione è ancora una volta protagonista con la gara di Morra e una cena gourmet in piazza Pio XII. Domenica sotto i riflettori andranno i veri protagonisti del mondo del Tartufo, i cavatori e i loro cani, che si sfideranno a Campo Monti nella 47^ Gara Nazionale di Cerca al Tartufo “Trofeo Sergio Perrotta”.

Alle ore 11 sul palco principale il Tartufo d’Oro sarà consegnato a Tomaso Trussardi, imprenditore italiano, amministratore delegato dell’omonima casa di moda fondata nel 1911, e grande cultore del turismo lento e dell’eccellenza gourmet.

Il quarto weekend (30/31 OTTOBRE) parte con gli Stati Generali del Tartufo, evento-conferenza con esponenti delle istituzioni, del turismo, dell’eno-gastronomia e del mondo del tartufo.

Domenica il centro storico ospiterà la Fiera dei Tartufai, una antichissima fiera delle merci che nei tempi antichi serviva ai tartufai a fare i primi acquisti con i guadagni del primo mese della vendita dei tartufi.

La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Sant’Angelo in Vado, della Regione Marche, Provincia PU, Unione Montana Alta Valle del Metauro, Camera di Commercio delle Marche, Pro loco Tifernum, Associazione Nazionale Città del Tartufo e quest’anno è organizzata dall’Associazione Culturale Happennino.

Per maggiori informazioni: www.mostratartufo.it e i canali social Instagram e Facebook della mostra.

altri articoli