Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

45 anni di Avis a Cartoceto. Gli auguri del primo presidente Luciano Vedovi

Luciano VedoviCARTOCETO – Domenica 11 giugno l’Avis di Cartoceto festeggia i suoi 45 anni di fondazione. Gli auguri speciali da parte del fondatore della sezione avvenuta nel 1972.

Luciano Vedovi è diventato donatore di sangue nella sezione di Fermignano, città da cui proviene la moglie Rosanna Cleri, i cui famigliari erano donatori Avis. A Fermignano Vedovi riceve anche il premio per le prime dieci donazioni. «Lavoravo a Cartoceto ed ho convinto Aldo Grossi e la moglie Elena a diventare donatori, successivamente mi sono adoperato per fondare la sezione di Cartoceto-Lucrezia.

Erano tempi in cui c’era molto scetticismo nei confronti della donazione di sangue, la gente era abbastanza scettica. Ci siamo dati da fare, io e mia moglie nei confronti di amici, cercando di coinvolgere anche altre persone. Alla fine sono riuscito a raggruppare venti persone ed invitare il presidente provinciale per fondare la sezione. Tra i venti associati – continua a raccontare Vedovi – c’era una ragazza a cui mancavano solo pochi giorni per diventare maggiorenne, allora occorreva aver compiuto 21 anni.

La prima donazione venne effettuata in piazza Garibaldi sull’autoemoteca, un autobus allestito per il prelievo. Ricordo che la curiosità dei cartocetani era tanta! Da subito, il lavoro è stato arduo sia perché dovevamo aumentare il numero degli iscritti ma anche dal punto di vista economico.

L’impegno e il sacrificio di tanti porta oggi l’Avis di Cartoceto a festeggiare i 45 anni, davvero un bel traguardo! La prima festa dell’Avis è stata organizzata fra Cartoceto e Lucrezia proprio per coinvolgere tutto il territorio comunale. Ci aiutò l’amministrazione comunale di allora ed anche l’Avis di Fermignano. Ricordare quei momenti mi sembra davvero un sogno!».

Per motivi di lavoro Luciano Vedovi si trasferì poi a Calcinelli dove si diede da fare per fondare la sezione Avis locale. «Anche questa volta con l’aiuto di mia moglie, che è sempre stata una validissima collaboratrice» afferma sorridendo.

Passano gli anni ed ecco un altro trasferimento per motivi di lavoro ed altra sezione Avis fondata, questa volta la sezione di Serrungarina-Tavernelle. L’Avis ha sempre accompagnato la vita di Vedovi. Negli anni ha ricoperto la carica di Vicepresidente Vicario Provinciale e di consigliere regionale Avis. Ha chiuso la sua “carriera” di donatore con ben 125 donazioni.

altri articoli