Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro
Cartoceto Dop il Festival

Uniurb migliora la sua posizione nelle classifiche Censis

L’università di Urbino dalla decima all’ottava posizione tra i medi atenei. Prima nei servizi e balzo in avanti nella comunicazione

uniurb urbino classifiche censisURBINO – L’Università Carlo Bo guadagna due posizioni nella classifica 2017-2018 degli atenei italiani pubblicata dal CENSIS, salendo dal decimo all’ottavo posto tra gli atenei di media dimensione, con la conferma del primo posto per i servizi erogati agli studenti (mense, posti alloggio e borse di studio per studenti fuori sede).

Guadagnano posizioni sia le attività di internazionalizzazione che le voci relative alle strutture e alle borse di studio, ma è particolarmente significativo il balzo in avanti compiuto dalla voce Comunicazione e servizi digitali che passa da 81 a 103 punti grazie al nuovo sito web, capace di rispondere alle aspettative di fruibilità e competenza più attuali, come pure alle attività divulgative e social legate al magazine Uniamo.

Nelle graduatorie generali per la didattica delle lauree triennali, tra i singoli gruppi disciplinari, quello Sportivo si conferma ai vertici nazionali conquistando il 3° posto assoluto. Ma tutte le discipline di Uniurb si collocano nelle parti alte della classifica: in particolare evidenza la quarta posizione per le Scienze dell’educazione, la nona per il gruppo Giuridico e per il Letterario, la decima per quello Geo-biologico. Le Magistrali a ciclo unico vedono salire sul podio Farmacia (dalla quarta alla terza posizione, scavalcando Trieste).

“I servizi del nostro ateneo si confermano ai vertici nazionali” dichiara il rettore Vilberto Stocchi. “Sono orgoglioso di questo risultato che ci stimola a un maggiore impegno anche nella comunicazione: il successo del nostro sito web potrà essere ulteriormente migliorato implementando nuove sezioni dedicate agli ex alunni, alle attività delle associazioni studentesche e al crowfounding. E presto anche la città potrà beneficiare di altre azioni dirette alla Terza Missione e da rapporti sempre più stretti con il territorio destinati a valorizzare le peculiarità di una città campus unica come Urbino”.

altri articoli