Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Sinistra Unita: Chi protegge e finanzia Casa Pound?

sinistra unita chi finanzia casa poundFANO – C’è preoccupazione all’interno di Sinistra Unita Fano che in una nota si chiede come mai nonostante in Italia esista il reato sancito dalla Costituzione di apologia al fascismo (art. 4 della legge 20 giugno 1952, n. 645) in realtà l’ideologia fascista stia riprendendo a diffondersi a macchia d’olio e Casa Pound sia libera di diffondere i suoi messaggi.

“A quasi 73 anni da quel 25 aprile del 1945 – scrivono da Sinistra Unita – il fascismo dovrebbe essere un abominio sconfitto e fuori dalla storia. Dovrebbe, perché stiamo assistendo a un escalation di fatti che dicono l’esatto contrario. Dopo l’attentato di chiaro stampo fascista di Macerata e la forte risposta democratica di sabato scorso, le cariche a Bologna a chi voleva semplicemente dire no all’ennesima concessione di spazi a Forza Nuova, il 17 febbraio abbiamo assistito allo sfregio della nostra cittá dove, in un clima militarizzato con la Celere a bloccare Corso Matteotti, Casa Pound ha potuto fare un presidio in un luogo pubblico. Purtroppo il problema è a monte, con molta inquietudine ci chiediamo perché, nonostante la legge Scelba e Mancino, queste formazioni non sono state sciolte, perché non è mai stata fatta valere la XII norma transitoria e finale della Costituzione che sancisce il divieto di riorganizzazione sotto qualsiasi forma del disciolto partito fascista?

Da chi sono protetti – continua la nota – chi li finanzia? perché nessun governo si è mai opposto alla loro presenza? Tutto questo è gravissimo e insopportabile, noi non possiamo permettere di vedere sdoganati, normalizzati gruppi che si rifanno esplicitamente a quelle ideologie. Quello che possiamo fare,visto che sono soggetti politici autorizzati a partecipare alla competizione elettorale, è negare loro ogni forma di visibiltà come ha fatto il sindaco di Carpi, relegandoli fuori dal centro storico, fuori dalle zone più frequentate della città.

Il nostro corso è dedicato a Giacomo Matteotti, parlamentare socialista rapito e assassinato dai fascisti nel 1924 per la sua opposizione al regime, possiamo conciliare la memoria di questo omicidio politico con la presenza degli eredi quelle ideologie? No, non ci stiamo e dove saranno loro ci saremo noi con l’Anpi e tutte le forze democratiche che hanno fatto della memoria il loro tratto fondamentale. Per tutto questo la nostra consigliera, Carla Luzi, era presente alla manifestazione antifascista di Macerata, con la fascia tricolore in rappresentanza del sindaco e della amministrazione comunale di Fano.

Forse troppi hanno archiviato il male che il fascismo ha fatto all’Italia, seminando terrore e morte in tutto il nostro Paese. Noi non siamo fra questi. Sinistra Unita dice chiaramente NO a ogni forma e

azione che sia antidemocratica e anticostituzionale e ogni movimento o gruppo organizzato che si richiama al fascismo sicuramente lo è. La storia è stata chiara, non commettiamo due volte lo stesso errore”.

altri articoli