Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Rifondazione Pesaro-Urbino: “Inaccettabile l’intitolazione dei giardini a Craxi”

“Il trasformismo del PD è ormai cosa fatta. Ci pensino gli elettori il prossimo 20 settembre".

bettino craxi giardini pesaroPESARO – “Rifondazione Comunista della nostra Provincia esprime la propria ferma condanna della decisione del sindaco di Pesaro di intitolare dei giardini cittadini a Bettino Craxi, già segretario del PSI, già Presidente del Consiglio, già condannato in via definitiva per corruzione, già transfuga in Tunisia, dove non esisteva allora l’estradizione – e quindi non poteva essere arrestato e consegnato all’Italia – per non pagare la sua meritata condanna nel nostro paese.

Il giudizi sull’operato politico – continua la nota di Rifondazione –  viene dato nei convegni e nei libri, il giudizio sul suo comportamento verso i suoi famigliari non ci riguarda, il giudizio della magistratura è lì e non è cambiabile.

Non si possono intestare strade, piazze, vie, giardini, scuole, edifici pubblici a persone che non sono state di comportamento esemplare, tale da essere additate per il loro lodevole comportamento.

Craxi ha infangato il nome del socialismo italiano, ha messo da parte uomini che hanno lottato contro la corruzione, come Matteotti; è stato un esempio negativo rispetto al fulgido comportamento di Sandro Pertini e tanti altri leader e militanti socialisti.

La decisione del sindaco di Pesaro è un’offesa per tutti i cittadini onesti, di qualsiasi idea politica, religiosa o sindacale.

Il trasformismo del PD e dei suoi dirigenti è ormai una cosa fatta. Ci pensino gli elettori il 21 settembre”.

altri articoli