Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Marius presentazione libro Memo Fano

Rafforzata la Sabatini. La CNA: “Ecco le misure per sostenere le imprese”

Agevolazioni per acquisti di macchinari, impianti e attrezzature. Favorita innovazione tecnologica ed ecosostenibilità dei processi produttivi

macchinari_legge_sabatiniPESARO – Esce decisamente potenziata dalla Legge di bilancio recentemente approvata la Nuova Sabatini. Per la CNA è davvero un’ottima notizia.

“Si tratta infatti di uno dei principali strumenti agevolativi che hanno l’obiettivo di accrescere la competitività del sistema produttivo attraverso il sostegno all’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte di micro, piccole e medie imprese”.

“Oltre a prevedere un rifinanziamento di 105 milioni di euro per il 2020 (540 milioni di euro complessivi per il periodo 2020-2025) – dice il segretario della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni –  la Legge di bilancio introduce alcune significative novità con un forte orientamento all’innovazione tecnologica, al supporto delle aree in ritardo di sviluppo, alla sostenibilità ambientale”.

E spiega: “Nello specifico, oltre alla conferma del contributo pari al 2,75% per acquisti “ordinari” di beni materiali e immateriali nuovi, viene mantenuta la maggiorazione del 30% per gli investimenti in beni strumentali “Impresa 4.0”, con un contributo che sale così al 3,575%”.

La CNA puntualizza inoltre che vengono, infine, agevolate le micro, piccole e medie imprese che acquistano, anche in leasing finanziario, macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica, a uso produttivo e a basso impatto ambientale, nell’ambito di programmi finalizzati a migliorare l’ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi.

Al sostegno degli investimenti ambientali è riservato il 25% delle risorse e la maggiorazione del contributo, anche in questo caso, è stabilita nella misura del 30% (contributo pari al 3,575%).

“Si tratta – conclude Bordoni – di misure che possono aiutare a far crescere le nostre imprese ma che possono contribuire anche ad una loro qualificazione in termini di sostenibilità ambientale”.

altri articoli