Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Nuova tappa dei Cammini francescani con l’Accademia dei Tenebrosi

Da Santa Maria del Soccorso (Cartoceto) al Beato Sante (Mombaroccio)

cammini francescani beato santeCARTOCETO – Domenica 17 settembre ottava Tappa della quarta edizione dei Cammini francescani con destinazione finale il Beato Sante a Mombaroccio, passando per Santa Maria del Soccorso e poi Ripalta, con le vetuste Torre e Chiesa dei Santi Biagio e Cesareo, vestigia della sua gloriosa storia.

Ritrovo alle 7.45 a Santa Maria della Misercorida di Cartoceto. Partenza per Santa Maria del Soccorso e breve sosta. Successiva sosta a Ripalta per la visita alla chiesa. Arrivo al Beato Sante alle ore 11 per la Santa Messa. Pranzo all’osteria “L’amaro al Castello”. Quota di partecipazione euro 20. Per informazioni 339.2367664 (Rodolfo Tonelli) – www.accademiadeitenebrosi.it

Il Convento di Santa Maria del Soccorso si trova nel lato sud del Monte Partemio a breve distanza dal Castello di Cartoceto. Edificato nel XVI sec. per volere di fra’ Giacomo da Napoli e il contributo della comunità locale, ospita un dipinto raffigurante la Madonna munita di un bastone che scaccia un demone dietro le preghiere di una madre in atteggiamento di difesa del proprio figlio. Il compimento di prodigi ne diffonde rapidamente la devozione popolare.

L’ex Chiesa dei Santi Biagio e Cesareo si trova a Ripalta dove sono visibili anche i ruderi della Torre appartenente al Castello del XII secolo. Oggi cadente e sventrata in più parti, pur avendo mura massicce, dopo i restauri del 1910 e 1922, fu abbandonata a sé stessa. Presenta una sola navata con due altari, fonte battesimale, soffitto a travi con mattoni dipinti. Non è rimasta traccia degli arredi interni, tranne la statua della Madonna col Bambino scolpita in legno, ora situata nella nuova Chiesa del 1960.

Il Convento del Beato Sante è costituito dalla Chiesa e Convento del XIII sec. e dal Chiostro del XVI sec. Nella Chiesa è conservato, insieme a varie tele e affreschi, lo splendido Crocifisso attribuito alla scuola senese del XV sec. Il corpo del Beato è posto in un’urna settecentesca di legno dorato. Il Convento fu il primo fondato dai Francescani nella diocesi di Pesaro; pare che sia stato eretto nel 1223 quando era ancora in vita lo stesso San Francesco.

 

altri articoli