Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Marcuccini a Cipriani: “Alla minoranza premono più le tre ore tolte alla cooperativa che l’effettivo disagio delle famiglie!”

katia marcuccini vicesindaco fossombroneFOSSOMBRONE – L’Assessore Katia Marcuccini replica alle dichiarazioni di Elisa Cipriani consigliera di minoranza che ha attaccato l’attività dei servizi sociali.

Sui centri diurni la Marcuccini afferma: «Dallo scorso anno abbiamo attivato due centri diurni che coinvolgono in totale 40 ragazzi, contro i 20 ragazzi degli anni precedenti. Un primo centro è gestito da una cooperativa mentre l’altro da alcune maestre volontarie in pensione. C’è un costante lavoro di equipe tra scuola, servizi sociali del comune e servizio UMEA dell’Asur per indicare i ragazzi che devono essere seguiti dall’educatore. In base alle esigenze segnalate ci risulta che, ad oggi, tutte le richieste sono coperte. Ma siamo pronti qualora se ne presenti la necessità a rivedere questa scelta e potenziare il servizio! Non mi è chiaro, però, se alla consigliera Cipriani premano più le tre ore tolte alla cooperativa piuttosto che l’effettivo disagio alle famiglie, di cui al momento non ci risultano segnalazioni!».

Sulla questione erogazione contributo borse di studio agli studenti dell’alternanza scuola-lavoro la Marcuccini conferma quanto dichiarato dal sindaco il quale, ammettendo i ritardi, ha comunicato che le somme saranno erogate a fine mese.

Sul servizio di spazzamento la Marcuccini dice invece di voler rispondere dettagliatamente in consiglio comunale all’interpellanza della Cipriani e conclude: “Vorrei ricordare alla consigliera, la quale spara a zero sui servizi sociali comunali, che i 5.000 euro derivanti dal taglio delle indennità di sindaco ed assessori e la rinuncia ai gettoni di presenza dei consiglieri di maggioranza saranno destinati a 50 famiglie bisognose del comune in aggiunta ai contributi della Legge 30. E’ vero si tratta di poco più di 90 euro a famiglia – continua la Marcuccini – ma è un segno di vicinanza a chi nel nostro comune si trova in difficoltà. Lancio per questo un appello ai consiglieri di minoranza affinché anche loro rinuncino ai gettoni di presenza e contribuiscano a rendere più corposo questo fondo per le necessità dei nostri cittadini!”

altri articoli