Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

“In provincia, un nuovo contagiato su tre è un minorenne”

Si avvicina Halloween. L'appello del sindaco di San Lorenzo in Campo a giovani e famiglie.

coronavirus_halloweenSAN LORENZO IN CAMPO – “Cari ragazzi e care famiglie, mi rivolgo nuovamente, come fatto ad inizio pandemia, alla fascia d’età più giovane della nostra comunità, per un appello molto importante”.

Sono queste le prime parole del sindaco Davide Dell’Onti che aggiunge: “Il 31 Ottobre è d’uso festeggiare la ricorrenza di Halloween, un momento di gioco, di svago e divertimento per i nostri bambini e ragazzi, che sono soliti passare in maschera di casa in casa per il rituale del “dolcetto o scherzetto”, oltre che per adolescenti e giovani, dove tale festività rappresenta un ulteriore momento di socializzazione e “movida”, protagoniste le grandi feste in maschera e libagioni varie.. siamo stati tutti ragazzi ovviamente, sappiamo bene che Halloween, negli ultimi 20 anni circa, è diventata una delle feste più attese dell’anno ed a cui nessun ragazzo intende rinunciare.

Quest’anno è diverso, molto diverso. Bisogna.. rinunciare!
Rinunciare a qualsiasi festeggiamento ed anche al rituale del “dolcetto scherzetto” per i bambini: su questo occorre la massima collaborazione da parte delle famiglie.
Questo perché non possiamo rinunciare, anche per una sola sera, alla regola aurea del “distanziamento sociale” e della promiscuità fra persone.
Come Sindaci, massime autorità del territorio, ci siamo dati la linea unitaria di non emanare “Ordinanze” ad hoc, che rimarrebbero soltanto sulla carta e di difficile applicazione e soprattutto controllo e sorveglianza.
E’ quanto mai necessario quindi evitare qualsiasi momento di svago e socializzazione per questa festività, anche in forma privata ovviamente. Ripeto: NO FESTE PRIVATE!
Il perché ve l’ho scritto nel titolo: oltre un nuovo contagiato su tre, ha meno di 15-18 anni. Lo dobbiamo fare e dobbiamo tutti impegnarci a rispettare questo “forte consiglio” che diamo, in quanto i giovani diventano “veicolo di contagio” anche per chi giovane non lo è più e maggiormente potrebbe patire le conseguenze del contagio da COVID-19, ovvero i nostri nonni, gli anziani, gli immunodepressi, coloro che sono deboli e fragili, i disabili.
Credo che si possa tranquillamente rinunciare quest’anno al rito di Halloween, senza troppi patemi d’animo!
Facciamolo per noi stessi, per chi ci sta attorno, per i nostri famigliari ed amici. Facciamolo per uscire il prima possibile da questa brutta situazione, nella quale siamo purtroppo ripiombati.
Facciamolo anche per mantenere inalterata la bassissima incidenza di contagi e quarantene che abbiamo sempre avuto a San Lorenzo in Campo, e che tutt’ora, fortunatamente, abbiamo!
Forza ragazzi, facciamo un piccolo sforzo anche stavolta, confido in voi! Mi raccomando!”
altri articoli