Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Elezioni politiche 2018, alcune indicazioni utili

elezioni politiche 2018Domenica 4 marzo si vota in tutta la penisola per eleggere il nuovo Parlamento della Repubblica.

I seggi sono aperti dalle 7 alle 23 nella sola giornata di Domenica. Gli elettori che hanno compiuto i 25 anni riceveranno due schede, una rosa per la Camera dei Deputati ed una gialla per il Senato. Coloro che hanno tra i 18 e 24 anni potranno votare solo per la camera.

Cosa occorre per votare
E’ necessario presentarsi al seggi con la proprio scheda elettorale (se è stata smarrita è possibile richiederla negli uffici del proprio comune che sono aperti) ed un documento di identità

La nuova legge elettorale, come funziona
La nuova legge prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale.
Con il sistema maggioritario in ciascun collegio viene eletto un solo candidato: quello che ottiene più voti. Con il sistema proporzionale a ciascuna lista o coalizione di liste sono assegnati i seggi in proporzione ai voti ottenuti, calcolati a livello nazionale e poi redistribuiti nelle singole circoscrizioni territoriali. Ogni candidato che concorre con sistema maggioritario è identificato sulla scheda elettorale perché il suo nome è scritto dentro un rettangolo che non presenta simboli ed è collocato in alto rispetto alla lista o alle liste collegate. Ogni lista o coalizione di liste è collegata a un solo candidato.

elezioni politiche senato
Scheda elettorale Senato della Repubblica

Il tagliando antifrode
Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, “tagliando antifrode”, dotato di un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato al momento dell’identificazione dell’elettore. Espresso il voto l’elettore consegna la scheda al presidente del seggio. E’ il presidente che stacca il “tagliando antifrode” e, solo dopo aver verificato la corrispondenza del numero del codice con quello annotato al momento della consegna della scheda, la inserisce nell’urna.

scheda elettorale camera dei deputati
Scheda elettorale Camera dei Deputati

Come sono fatte le schede elettorali
Ciascuna scheda – in un rettangolo – ha il nome e il cognome del candidato nel collegio uninominale. Nel rettangolo o nei rettangoli sottostanti, sono riportati il simbolo della lista o delle liste, collegate al candidato uninominale, con a fianco i nomi e i cognomi dei candidati (da un minimo di 2 a un massimo di 4) nel collegio plurinominale, secondo il rispettivo ordine di presentazione.

Come si vota
L’elettore potrà votare apponendo un segno sulla lista prescelta e il voto si estenderà anche al candidato uninominale collegato; oppure potrà apporre un segno su un candidato uninominale e il voto si estenderà alla lista o alle liste collegate in misura proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista.
Il voto è valido anche se si appone il segno sia sul candidato uninominale che sulla lista o su una delle liste collegate;
ATTENZIONE non è possibile il voto disgiunto, cioè votare un candidato uninominale e una lista collegata a un altro candidato uninominale.

altri articoli