Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Allevamento Fileni a San Lorenzo in campo, oggi il “no” del consiglio comunale

Alle ore 11 si formalizza con il voto la posizione già espressa dal primo cittadino

davide_dellonti_san_lorenzo_in_campoSAN LORENZO IN CAMPO – «Come nostra abitudine – afferma il sindaco di  San Lorenzo in Campo Davide Dellonti – facciamo seguire i fatti alle parole e dopo averlo annunciato chiuderemo la vicenda Fileni per quanto di nostra competenza in consiglio comunale. E’ stato convocato infatti il consiglio per il giorno sabato 1° febbraio alle ore 11».

A metà dicembre l’amministrazione comunale aveva comunicato il proprio parere contrario al progetto dell’azienda Fileni di realizzare un allevamento avicolo nell’area ex Aquater ed il consiglio bloccherà la variante al Prg.

«E’ stato oltre un mese di lavoro intenso con gli uffici – continua il Sindaco – per per redigere atti amministrativi importanti e complessi, per interrompere ufficialmente la procedura di variante urbanistica, di competenza comunale.

Questo progetto, come tutti gli altri, è stato da noi valutato approfonditamente, con un’attenta e scrupolosa analisi costi-benefici. E’ questo il dovere di un’amministrazione.

Proprio una nostra osservazione in sede di Via e Vas, che chiedeva uno studio più approfondito delle emissioni odorigene, ci ha consentito di avere un quadro completo e prendere la decisione finale.

Nonostante questo comportamento lineare e il nostro annuncio a metà di dicembre, anche in quest’ultimo mese non è mancato chi ha strumentalizzato la questione a fini esclusivamente politici.

Un atteggiamento deplorevole, tra l’altro, che va a penalizzare, non poco, l’immagine del nostro paese».

LA QUESTIONE AMIANTO

Dellonti tiene a fare chiarezza su altri aspetti della vicenda, ad iniziare dalla presenza di amianto all’interno della struttura ex Aquater.

«Un’altra questione strumentalizzata, basti pensare che l’Aquater è chiusa ormai da quasi vent’anni e mai nessuno in precedenza ne aveva parlato o tanto più se ne era occupato.

L’ambiente e la salute per noi sono da sempre al primo posto e seguendo la legge, non le sparate per ricevere qualche applauso, abbiamo approfondito la vicenda.

L’ho segnalata agli uffici preposti affinché si procedesse a una verifica tramite gli enti preposti, ossia l’Asur, degli eventuali rischi per la salute umana e dello stato di manutenzione della struttura.

L’Asur ha fatto il sopralluogo con l’ufficio tecnico e l’area vigilanza. Dalla relazione si evince che allo stato attuale è necessario che la proprietà rediga un piano di manutenzione e di controllo.

Abbiamo così subito scritto alla proprietà diffidando di produrre quanto richiesto entro 30 giorni. Non c’è comunque nessun allarme, la situazione non desta alcuna preoccupazione».

LA QUESTIONE TURISMO

Infine, il sindaco, interviene sul tema turismo e investimenti relativi: «E’ alquanto strano che proprio da quanto si parla di Fileni vengano fuori progetti di mega resort extra-lusso nel nostro territorio.

Prima uno che secondo alcuni dovrebbe sorgere nei pressi dell’area ex Aquater, poi di un altro a Nidastore di Arcevia, quindi a ben 5 chilometri.

Abbiamo verificato se ci fossero atti urbanistici o edilizi a riguardo e non c’è assolutamente nulla in essere.

C’è da chiedersi poi come mai con tutto il clamore che la vicenda dell’allevamento ha sollevato, nessuno dei proprietari dei terreni o degli edifici in questione sia venuto a parlare con me o, ad esempio, con l’amministrazione di Arcevia.

Non è che si è solamente alla ricerca di un po’ di pubblicità? La promozione del territorio per lo sviluppo turistico e quindi economico la si fa concretamente e seriamente.

Noi per la riqualificazione e la promozione del paese abbiamo investito e stiamo investendo risorse come mai in precedenza.

C’è chi parla di turismo solo per convenienza e chi come noi lavora quotidianamente per far crescere San Lorenzo perché lo ama».

altri articoli