Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

Esposizione Filiera biologica marche

A Montemaggiore veleno in un’area di addestramento cani da caccia

Un cane da caccia ingerisce del veleno e viene salvato grazie alla prontezza del suo padrone

sostanze veleonose montemaggiore cacciaCOLLI AL METAURO – Un cacciatore, nei giorni scorsi, allenando il suo cane ha notato dei comportamentI strani nell’animale. Portato con urgenza dal veterinario gli è stato diagnosticato un principio di avvelenamento. Fortunatamente il cane è riuscito a salvarsi.

Il fatto è accaduto nella zona detta “del Giardino”, un’area limitrofa all’Azienda Perlini, nel comune di Colli al Metauro al confine con Piagge (comune di Terre Roveresche) e solitamente utilizzata dai cacciatori per l’addestramento dei loro cani.

Le analisi effettuate sul animale in questione hanno evidenziato e confermato che si tratta proprio di avvelenamento. E’ scattata quindi la denuncia da parte del proprietario che ha portato la Polizia municipale di Colli al Metauro ad affiggere dei cartelli precauzionali nell’area con scritto “Attenzione possibile presenza di sostanze venefiche”.

La notizia ha allarmato la comunità dei cacciatori locali e non solo visto che l’area viene utilizzata anche da cacciatori provenienti da tutta la regione.

“Credo che si tratti di un vero e proprio atto vandalico – afferma Alen Regini, presidente Federcaccia di Montemaggiore – Ancora una volta è stato un cacciatore a segnalare questa grave anomalia. La zona – sottolinea Regini – non è frequentata solamente da cacciatori ma la presenza di una strada sterrata permette a chiunque di portare i propri cani a passeggio! Potenzialmente, quindi, qualsiasi animale avrebbe potuto ingerire quelle sostanze! Si potrebbe trattare dell’azione di uno squilibrato che ha fatto però un dispetto a tutti, cacciatori e non!”.

L’area verrà ora monitorata ed ispezionata dai carabinieri forestali e dall’Azienda sanitaria con l’intento di bonificarla. “Da parte nostra – conclude Regini – avvieremo dei controlli delle guardie venatorie volontarie a beneficio di tutti”.

altri articoli