Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro

BCC FANO POS

Riapre lo storico Rifugio Corsini sul Monte Nerone

Ritorna a nuova vita dopo la distruzione causata da un incendio nell'estate del 2017

PIOBBICO – Il 30 maggio torna alla vita lo storico Rifugio Chalet Principe Corsini, costruito nel 1967 e così intitolato al Principe Corsini per aver concesso in comodato d’uso i terreni per la pratica dello sci. 

Distrutto da un incendio nell’estate del 2017, ospitava ogni anno migliaia di persone: l’influenza e l’importanza di questo Rifugio sono state da sempre percepite da tutti gli abitanti dell’entroterra umbro-marchigiano che ne avevano fatto, negli anni, meta preferita per le uscite di famiglia, per escursioni, per passeggiate, visite speleologiche, ecc.

In un anno segnato dalla pandemia a livello globale, la ripartenza del Rifugio Chalet Principe Corsini può essere un simbolo di rinascita di questi luoghi e delle aree interne in generale, un turismo di prossimità, sostenibile e green, per gli amanti degli spazi aperti. 

Il Rifugio si inquadra come RIFUGIO CAI, ed è stato rimesso in piedi dalle fondamenta, grazie all’impegno costante della Società Sciovie Monte Nerone, insieme a tutti gli enti che hanno contribuito alla ricostruzione e riqualificazione della struttura, ovvero l’Unione Montana Alta Valle del Metauro, il Comune di Piobbico, il Comune di Apecchio, l’Unione Montana Catria Nerone, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Regione Marche. 

I nuovi gestori sono le ditte Pian del Bosco ed Urbino Incoming. Grande novità: la presenza all’interno della struttura saranno gli alloggi, per un totale di circa 25 posti letto.

E’ presente anche un bivacco, allo scopo di assicurare al Rifugio Corsini il suo ruolo storico di luogo di riparo e accoglienza (anche in emergenza) per gli amanti della montagna. 

A causa delle normative anti-covid, l’inaugurazione sarà svolta in forma privata, tuttavia sarà possibile visitare il Rifugio Corsini domenica 30 maggio pomeriggio dalle ore 17.00 in poi. 

altri articoli