ci curiamo di te!

Stage estivo di storia a Pesaro

8 SCATTI PER UN DECENNO. La fotografia e la storia degli anni settanta

PESARO- Il volto stravolto di Aldo Moro dietro il simbolo delle Brigate rosse, il corpo di Pasolini all’Idroscalo di Ostia, il giovane con la P38 in pugno, i cartelli per il referendum sul divorzio, le immagini di Seveso, le targhe alterne dell’austerity. Sono solo alcune delle foto emblematiche degli anni Settanta che sono diventate simboli della storia dell’Italia repubblicana.

Con 8 di queste fotografie si cercherà di raccontare e riflettere su un decennio così complesso e contraddittorio come quello degli anni Settanta. A farlo saranno 8 storici, fra i migliori nomi della docenza universitaria, invitati a Pesaro per una sorta di “scuola estiva” di storia, gratuita e  aperta a tutti. Ideata e progettata da due docenti di Storia contemporanea dell’Università di Urbino, Anna Tonelli (direttrice ISCOP) e Amoreno Martellini (direttore Istituto Storia Marche), l’iniziativa è organizzata dall’Istituto Storia Marche e dall’ISCOP, in collaborazione con Comune di Pesaro Assessorato alla Bellezza, Pesaro Musei, CGIL Marche, CISL Marche, Biblioteca Archivio Vittorio Bobbato.

Si torna anche quest’anno a Palazzo Mosca per due pomeriggi di relazioni e dibattiti.

La prima giornata, venerdì 1 settembre, è dedicata ai temi di storia politica: Angelo Ventrone (università di Macerata) parlerà di “Nuovi linguaggi per una nuova politica”; l’italianista Marco Antonio Bazzocchi (università di Bologna) ha scelto “In gabbia: il corpo manipolato” per un confronto fra Aldo Moro e Pier Paolo Pasolini; Monica Galfré (università di Firenze) discute di “P38 e non solo. I giovani e la violenza politica”; Miguel Gotor rievocherà “Il rapimento e l’omicidio di Aldo Moro”.

La seconda giornata, sabato 2 settembre, è concentrata sugli aspetti di storia sociale: Paolo Capuzzo (università di Bologna) su “Consumi e austerità”; Monica Pacini (università di Firenze) “Il divorzio e la svolta paritaria del diritto di famiglia”; Bruno Ziglioli (università di Pavia) “Seveso, la diossina e il lato oscuro dello sviluppo industriale”; Massimo Baioni (università di Siena-Arezzo) “La golden age della Resistenza. Immagini del 25 aprile”.

La scuola estiva, aperta a tutti e gratuita, rilascia un attestato di partecipazione agli insegnanti e a coloro che lo richiederanno.

Per informazioni:3474839114 –  iscop76@gmail.com

 

altri articoli