Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro
Cartoceto Dop il Festival

Metti un martedì in via Falcinelli, la rassegna che ha ridato vita al centro di Montemarciano

Martedì 18 luglio a partire dalle ore 18 via Falcinelli sarà nuovamente “invasa” da innumerevoli attività artistiche e ricreative

metti un martedi in via falcinelli montemarcianoMONTEMARCIANO (AN) – Dopo il successo dell’evento d’esordio gli Asini Bardasci e il comune di Montemarciano sono pronti a ripetersi martedì 18 con l’ambizioso obiettivo di migliorarsi. L’affluenza di martedì scorso è stata molto positiva, ma lo è stata ancor più la partecipazione delle persone che non si sono tirate indietro e, lasciando da parte remore e imbarazzi, hanno anzi preso parte attivamente ad ognuna delle attività tenutesi lungo via Falcinelli. Ne è stato l’emblema la straordinaria partecipazione dei ragazzi dello Scrigno dei Desideri, il cui entusiasmo travolgente ha spianato la strada alle altre persone accorse. Ogni angolo e pezzo di strada è stato movimentato da diverse dinamiche, rendendo l’intera via mutevole per tutta la durata dell’evento, senza alcuna pausa o interruzione, in un flusso costantemente attivo. Camminando lungo la via centrale del comune infatti si potevano vedere tanti piccoli centri di aggregazione formati da bambini, ragazzi e adulti incuriositi da quello che le attività e le associazioni avevano da offrire: la lavorazione della ceramica Raku e quella del legno curate rispettivamente dall’associazione Creanda e dal Laboratorio Linfa, il barber shop in strada del salone Linea Uomo di Marco Valeri, l’aperitivo sotto i meravigliosi portici affrescati de L’Affresco Cafè, i due tornei di street soccer per over e under 18 sottolineati dal set di dj Biglow, la cena in strada con i panini del Crazy Burger, la memoria storica restituita dai filmati del Cinema Battisti e la Madonna del Rosario ad opera di Nicole Falcioni. E poi gli spettacoli, con una breve anteprima del “Don Chisciotte” del Principio Attivo Teatro, che ha poi concluso la serata con lo spettacolo principale Storia di un Uomo e della sua Ombra (Mannaggia ‘A Morte).

L’evento si è però realmente concluso nel commovente raccoglimento finale della “de-dica” di Filippo Paolasini con intervista a Lucio Falcinelli, fratello del Carlo a cui la via è stata intitolata, per riscoprire dalla testimonianza diretta di una voce ancora “viva” gli episodi che hanno restituito alla storia Carlo Falcinelli come eroe.

Si replica perciò questo martedì 18 a partire dalle ore 18, dove saranno previsti un’altra “de-dica” curata da Paola Ricci e ben due concerti: il primo ad opera del duo Durso/Paolasini in un juke box vivente con canzoni su richiesta; poi, alle 22.30, il concerto finale del cantautore jazz milanese Alessandro Centolanza con la sua straordinaria band.

L’obiettivo è che di tutto ciò se ne continui a parlare sempre più, perciò accorrete e spargete il verbo. Sapete dove come e quando trovarci, a martedì!

Fabio Durso

altri articoli