Il Metauro
notizie dalla valle del Metauro
Galleria Auchan Fano

A Fano, seconda edizione di “Una città da gustare”

Venerdi 29 e sabato 30 settembre l'evento che parla di cultura del cibo e ospitalità evoluta

una citta da gustareFANO – La seconda edizione di “Una città da gust@re”, si svolge a Fano dal 29 al 30 settembre, una manifestazione che discute e approfondisce, con professionisti della ristorazione e della tecnologia evoluta, il binomio oramai “inscindibile” tra tecnologia ed enogastronomia.

Per l’occasione la città di Fano ospiterà chef di fama, ristoratori, professori universitari, ricercatori, scrittori, giornalisti, tecnologi e studenti.

La manifestazione non è una delle tante fiere o rassegne enogastronomiche  ma è un evento diffuso sulla cultura del cibo e sul piacere per la convivialità e l’ospitalità evoluta.

Alcuni appuntamenti da non perdere: Enrico Mazzaroni, chef di fama nazionale, il 29 settembre alle ore 10, presso il Fablab S. Arcangelo di Fano, incontrerà gli scolari di classi elementari delle scuole fanesi per una lezione esclusiva sulla sua concezione del “Gusto”.

Lo spettacolo teatrale, con ingresso gratuito di venerdì 29 settembre alle ore 21 nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna, “Mafie in pentola” di Andrea Guolo e Tiziana Di Masi che racconta un viaggio all’ interno delle cooperative di Libera dove, sui terreni un tempo in mano alle mafie, è nata una “bella economia”.

Sabato 30 settembre alle ore 11 nella Sala Ipogea della Mediateca Montanari, il prof. Alberto Capatti, già rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, presenterà il suo ultimo libro “Vegetit”. I vegetariani (e i carnivori) dovrebbero esser curiosi delle loro origini e della loro storia italiana, dove sono assenti alcuni protagonisti di oggi come i vegani. Forse è debole, ma tutt’altro che marginale, lo scandalo della macellazione denunciato dagli animalisti.

Nella prima edizione di “Una città da gust@are” si è parlato della tecnologia evoluta (droni e robot) a supporto dell’enogastronomia. Quest’anno l’aspetto tecnologico verrà affrontato dal punto di vista domotico e green. Anche un impianto domotico, in uno spazio ricettivo, ha l’obiettivo di ridurre i consumi energetici sia per quanto riguarda l’ illuminazione e il riscaldamento/raffrescamento delle camere di un hotel o di un ristorante.

Nel corso della manifestazione ci saranno degli interventi, con relative dimostrazioni tecnico-pratiche, sull’ utilizzo di impianti eolici e fotovoltaici per una fornitura di energia rinnovabile  a strutture ricettive e inoltre si discuterà di forni e cucine solari e a biomassa per cucinare cibi a ridotto impatto ambientale.

Programma completo su Facebook 

altri articoli