ci curiamo di te!

Dopo anni di assenza, il Jazz torna a Fossombrone

Tre serate di musica: 8, 14 e 18 agosto

il jazz torna a fossombroneFOSSOMBRONE – Con Fossombrone Jazz Festival, torna l’evento che, negli anni 80, ha portato nella cittadina metaurense musicisti del calibro di Chet Baker, “il Jazzista maledetto”, che si esibì nel Parco Carloni il 24 luglio 1984.

Dopo diversi anni di assenza, la manifestazione è oggi riproposta grazie al Comune e alla Banda Musicale Città di Fossombrone, con un programma di tre serate: 8, 14, 18 agosto.

8 agosto – La prima serata vedrà esibirsi, alle ore 21,nell’affascinante cornice di Corso Garibaldi il “Nicola Concettini Hammond Trio” composto da: Nicola Concettini (sax tenore), Manrico Seghi (organo hammond) e Giovanni Paolo Liguori (batteria), con la partecipazione del trombettista Flavio Boltro, uno dei più grandi e riconosciuti trombettisti a livello internazionale.

14 agosto – La seconda serata sarà caratterizzata dall’esibizione della L.A.J. Big Band che si svolgerà al Parco Carloni, location storica del festival, alle ore 21. Diretta da Roberto Gazzani la “Libera Accademia del Jazz Big Band” ha  mosso i primi passi all’inizio del 2015 ed è principalmente composta da ragazzi che frequentano o hanno frequentato la Libera Accademia del Jazz. La formazione è quella della classica big band: cinque sax, quattro tromboni, quattro trombe più sezione ritmica (batteria, basso, chitarra, piano) con l’aggiunta in alcuni brani, di due vocalist.

18 agosto – Il “Vito Di Modugno Organ Quartet” si esibirà in Corso Garibaldi, sempre alle ore 21, per la terza e ultima data di questa prima edizione del festival. Formatosi nel 2002, il gruppo ha realizzato cinque cd per etichette come Red Records e Abeat, con la partecipazione di musicisti come Jerry Bergonzi, Fabio Morgera, Pino Di Modugno, Fabrizio Bosso, Sandro Gibellini e Stefano D’Anna. La formazione è composta da: Vito Di Modugno (organo hammond), Michele Carrabba (sax tenore), Pietro Condorelli (chitarra), Massimo Manzi (batteria).

Le tre serate sono ad ingresso libero.

altri articoli